Detrazioni fiscali 65%: guida sintetica

Home » Detrazioni fiscali 65%: guida sintetica

Detrazioni schermature solari e finestre per tetti

 
Di cosa si tratta

E’ possibile detrarre dall’IRPEF o dall’IRES le spese sostenute per acquisto e posa di finestre per tetti performanti e relative schermature solari mobili, installate a protezione di una superficie vetrata, in grado di ridurre gli impatti e i consumi energetici in casa.

Attenzione: La detrazione fiscale è concessa solo in caso di interventi volti ad migliorare il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.

Qual è il periodo di validità e come funziona

La detrazione fiscale del 65% è valida dal 01.01.2017 al 31.12.2017. Tutte le spese, sostenute in tale periodo, possono essere pertanto detraibili. La detrazione fiscale è ripartita in 10 rate annuali di pari importo.

Chi può beneficiarne

Tutti i contribuenti con reddito su cui pagano le tasse (IRPEF e IRES).

Qual è il tetto massimo di spesa detraibile

La detrazione massima è di € 60.000, ossia il 65% su una spesa totale di € 92.307 a fronte di interventi finalizzati a migliorare le prestazioni energetiche dell’immobile. Le spese per le quali è possibile fruire della detrazione comprendono:
– i costi per i lavori edili connessi con l’intervento di riqualificazione energetica
– i costi relativi all’acquisto di materiale e alle prestazioni professionali connesse con l’installazione e/o con il rilascio dell’attestato di qualificazione energetica.

Quali sono gli edifici per cui è riconosciuta la detrazione

Tutti gli edifici residenziali esistenti (o parte di questi), qualsiasi categoria catastale ed edifici destinati ad attività professionali o di impresa. L’immobile oggetto d’intervento, per poter usufruire delle detrazioni, deve essere dotato di un impianto di riscaldamento e, in caso di demolizione, è ammessa solo “la fedele ricostruzione”.

Sostituzione serramenti: requisti tecnici per la detrazione

In caso di sostituzione di serramenti l’intervento deve garantire una valore di trasmittanza termica (Uw*) inferiore a quello riportato in tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010, pubblicato il 12 febbraio 2010. Scarica la documentazione utile ai fini della detrazione. Leggi le istruzioni o vedi come trovare la targhetta identificativa di un finestra Roto: finestra a bilico; finestra bilico/vasistas; finestra bilico decentrato e accesso sul tetto Linea Vita. Identifica il tuo codice prodotto, compila il formulario e scarica il certificato CE specifico per modello finestra e tipologia vetro. Accedi al formulario.

*Il valore Uw indica la quantità di energia del serramento persa per effetto della differenza di temperatura tra dentro e fuori. Più basso è il valore Uw, migliore è la protezione dal freddo.

Schermature solari

Le schermature solari, in combinazione con vetrate esterne, rappresentano la migliore prestazione energetica in grado di ridurre l’irraggiamento in casa, abbassando notevolmente i consumi energetici e, in termini monetari, le spese di climatizzazione e riscaldamento. Le schermature solari possono essere dinamiche o mobili. L’importante è che siano in grado di regolare i flussi luminosi e termici, che entrano in casa passando attraverso il vetro, e di adeguarsi al variare della luce e della temperatura.

Quali sono le schermature solari detraibili

Di seguito le normative di riferimento che spiegano, in breve, quali sono le schermature solari detraibili:

  •  Per la normativa EN 13561: le tende da sole, le capottine mobili, le tende a veranda, le tende a rullo, le pergole con schermo in tessuto (anche le pergole con lamelle in alluminio orientabili), le tende per veranda, gli skylight esterni, i wintergarten esterni e le zanzariere.
  • Per la normativa EN 13659: tende esterne alla veneziana, le tapparelle, le persiane, i frangisole, le chiusure tecniche oscuranti in genere.
  • Per la normativa EN 13120: i rulli avvolgibili, le veneziane, le plissettate, i sistemi winter garden, gli skylighter, le verticali, ecc.
  • Sono escluse le tende decorative, interne o esterne, e le schermature aggettanti quando poste con orientamento a nord.

Valori e requisiti per la detrazione sulle schermature solari

L’uso di schermature solari deve garantire un fattore di trasmissione solare totale (gtotal**) il cui parametro di riferimento parte da 0,10≤ gtot < 0,15 (come riportato nella classe 3 – o superiore – della UNI 14501 del 2006)  o da 0,35 ggl+sh (come riportato nelle linee guida nazionali italiane  di cui alla tabella 5 a pag. 36 – “Valore di tramismissione solare totale ggl+sh per componenti finestratti con orientamento da Est a Ovest, in presenza di una schermatura solare”).

Scarica la documentazione relativa al valore gtotal+sh degli accessori esterni ed interni di Roto:

** Il fattore di trasmissione solare gtotal indica la percentuale di energia solare che penetra in un edificio attraverso le superfici vetrate. Minore è il valore gtotal, minore è il calore trasmesso in casa.

Documentazione rivenditore

Il rivenditore è tenuto a consegnare fattura riportando le seguenti voci:

  • nome e tipologia prodotto (specifica se trattasi di finestra da tetto o schermatura solare)
  • dichiarazione che il prodotto è conforme alla norma ENI 13561 (serramento)
  • costo del prodotto e costo posa in opera
  • valore Uw in caso di sostituzione serramento
  • scheda tecnica del prodotto e certificato conformità CE (serramento)
  • valore gtotal per ogni singola schermatura solare (classe di prestazione energetica 3 o superiore – come da norma EN 14501)
  • unità di misura e relativi metri quadri della schermatura solare

Documentazione privato

L’utente finale è tenuto a conservare:

  • fattura acquisto/posa con indicanti le seguenti voci => nome e tipologia prodotto (specifica se trattasi di finestra da tetto o schermatura solare); dichiarazione che il prodotto è conforme alla norma ENI 13561; costo del prodotto e costo posa in opera; valore Uw in caso di sostituzione serramento; scheda tecnica del prodotto e certificato conformità CE (serramento); valore gtotal per ogni singola schermatura solare; unità di misura e relativi metri quadri della schermatura solare
  • fatture relative alle spese sostenute che riportino separatamente la voce “manodopera” da quella delle opere
  • ricevuta del bonifico bancario con => causale il riferimento alla normativa vigente di riferimento (“Risparmio energetico L. 296/06 e succ. mod. e int.); codice fiscale del contribuente beneficiario della detrazione; codice fiscale o P. IVA dell’operatore a cui si effettua il bonifico; riferimenti all’unita immobiliare posta in Via …
  • copia della documentazione da presentare al proprio commercialista
  • Allegato F inviato all’ENEA per l’apertura della pratica ai fini della detrazione fiscale

Documentazione ENEA

Non occorre inviare alcuna comunicazione preventiva. La normativa vigente impone, in caso di sostituzione di infissi in singole unità o di installazione di schermature solari, che il contribuente, entro 90 giorni dalla fine dei lavori, debba trasmettere all’Enea l’allegato F quale documentazione necessaria per l’avvio della pratica ai fini della detrazione fiscale.

Munirsi dei segg. dati utili per la compilazione del modello F:

  • dati fiscali del contribuente
  • dati catastali dell’immobile
  • valore Uw in caso di sostituzione serramento
  • valore gtotal per ogni singola schermatura solare
  • orientamento di serramenti e schermature solari
  • mq totali di superficie vetrata schermata

Solo dopo aver compilato tutti i campi previsti dall’allegato F è possibile completare la procedura per l’apertura della pratica da allegare alla richiesta di detrazione da inserire nella dichiarazione dei redditi.

Il modulo F deve essere trasmesso per via telematica tramite l’applicativo relativo all’anno in cui sono terminati i lavori. Effettuata la trasmissione, in automatico ritorna al mittente da ENEA una ricevuta informatica con il CPID (Codice Personale IDentificativo), valida a tutti gli effetti come prova dell’avvenuto ivnio. ATTENZIONE: Non sono previsti risconti da parte di Enea, né in caso di invio corretto, né in caso di invio incompleto, errato o non conforme. Non vanno inviate asseverazioni, relazioni tecniche, fatture, copia bonifici, piantine, documentazione varia etc. che, invece, deve essere conservata a cura dell’utente ed esibita in caso di eventuali controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate. Inoltre, l’Agenzia può richiedere l’esibizione degli originali dell’allegato inviato (F), debitamente firmati e datati. Consigliamo di stampare l’allegato e conservare tutta la documentazione relativa all’intervento in caso di futuri controlli. Per maggiori informazioni in merito contatta l’azienda

 

FAQ – Le domande più frequenti dei consumatori

 
Trasformo una tenda manuale in motorizzata. Fruisco della detrazione?

No. Si suggerisce di installare una tenda nuova motorizzata.

Cos'è la trattenuta che la banca opera sul bonifico del eco bonus?

Gli istituti di credito bancari sono autorizzati ad operare come sostituti di imposta ed operano un accantonamento dell’8% sull’imponibile della fattura (IVA escl.) Qualsiasi pagamento eseguito ai fini della detrazione fiscale verrà accreditato al rivenditore/installatore al netto di tale operazione.

Sono detraibili le zanzariere?

Sì se la loro prestazione energetica (valore gtotal) è conforme a quanto richiesto dalla normativa.

In caso di interventi di sostituzione finestre o di installazione di schermature solari è necessario inviare all'ENEA solo la scheda informativa semplificata (allegato F) o anche una redazione dell'asseverazione da parte di un tecnico?

Basta la solo certificazione del produttore. non è più richiesto l’attestato di qualificazione energetica. L’allegato F può essere redatto e spedito direttamente dall’utente finale senza l’intervento di un tecnico.

 

6 motivi per cambiare una finestra per tetti

Al di là del semplice look d’arredo, del restyling e del design, serramenti e finestre per tetti avvertono l’avanzare del tempo perdendo così le proprie prestazioni termiche in quanto soggetti a usura e deterioramento a seguito delle forti sollecitazioni degli agenti atmosferici.

 
+ Efficienza energetica

Con il tempo i serramenti, gli infissi e tutti gli elementi costruttivi possono subire delle variazioni prestazionali in termini di isolamento e risparmio energetico perché soggetti alle forze degli agenti atmosferici e all’invecchiamento. Così, oltre a deteriorarsi e favorire l’insorgere di fenomeni quali muffa, spifferi e perdite energetiche, possono risultare sgradevoli agli occhi in quanto vecchi e per nulla efficienti. Le finestre per tetti Roto, grazie all’alta qualità dei materiali scelti, assicurano la massima efficienza energetica e una sicurezza senza tempo: la guarnizione perimetrale a corpo unico, già premontata su tutti i modelli, è a prova di temperature molto alte e molto basse, garantisce allo stesso modo efficienza del serramento e durabilità d’installazione di tutto rispetto. 

Stop alle infiltrazioni

Un fastidio sia in termini di costi che di salute e benessere. Una finestra poco isolata, o isolata in modo poco corretto, favorisce la dispersione termica e consente all’aria (spifferi), alla polvere e al rumore di passare attraverso aperture non isolate del telaio. In tal caso la sostituzione diventa necessaria per ridurre le spese energetiche e aumentare il benessere e il comfort all’interno della propria abitazione. 

Non alla muffa in casa

 Il mancato riciclo d’aria e il contrasto tra aria calda e fredda genera la formazione di condensa e l’insorgere di funghi e muffa. Tale fenomeno, oltre a dar luogo a spiacevoli odori, può gravare negativamente sulla nostra salute. Si manifestano così diverse patologie quali allergie, emicrania, irritazione e disagi vari alle vie respiratorie. Sostituire il serramento diventa pertanto una necessità, prima di tutto per la nostra salute. In tale ottica Roto, quale unico produttore di finestre per tetti Partner Sentinel Haus, garantisce massima sicurezza in termini di benessere grazie all’uso di prodotti e materiali pro clima esenti da qualsiasi sostanza nociva. 

Vetri poco performanti

Con il tempo anche i vetri, maggiormente se poco spessorati e poco isolanti come quelli utilizzati un tempo, possono perdere le proprie caratteristiche tecniche e prestazionali. Tale invecchiamento può favorire la dispersione termica. Il tempo, inoltre, può intaccare anche la trasparenza dei vetri stessi. Pulirli diventa così un’impresa complicata e dispendiosa in termini di tempo ed energie. In tale contesto Roto offre soluzioni con doppio e triplo vetro di sicurezza ad isolamento termoacustico, autopulenti grazie al rivestimento Aquaclear che rende i vetri più puliti e a lungo termine senza alcuna pulizia periodica esterna necessaria. 

+ Comfort

Efficienza e risparmio energetico, prodotti performanti e dalle alte prestazioni termo-acustiche, facilità d’uso, manutenzione zero, più luce naturale in casa e meno calore indotto per irraggiamento: con questi presupposti Roto punta ad offrire il massimo comfort negli edifici di oggi e di domani.  I materiali da costruzione utilizzati da Roto rispettano i criteri di una vita sana in quanto sono a bassa emissione nociva. Il tutto per regalare maggior comfort in casa e una vita sicura in mansarda. Ad aumentare la sensazione di comfort abitativo, in termini di comodità d’uso, sono le soluzioni elettriche proposte dalla casa di produzione tedesca. In molte abitazioni le finestre per tetti e i relativi accessori (tapparelle e tendine interne) si trovano sulla parte alta del tetto. L’uso frequente di soluzioni elettriche per finestre per tetti diventa così  una componente fondamentale. Da questa esigenza di comfort nasce la soluzione RotoTronic, un sistema di apertura per finestre ed accessori concepito in modo flessibile e polivalente. Trattasi di un sistema aperto che colloquia con tutta l’elettronica presente nelle case moderne, in particolare con MyHOME di BTicino.